Questo sito utilizza i cookies per le statistiche e per agevolare la navigazione nelle pagine del sito e delle applicazioni web. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina dell’ informativa sulla privacy

Laboratori di prova

Il Politecnico di Milano è accreditato 17025 da ACCREDIA DP (Dipartimento di Prova) e opera in qualità di Laboratorio multi-sito LAB N°1275. I Laboratori accreditati, dislocati sia nella sede del Campus Leonardo-Mancinelli sia nella nuova sede del Campus Bovisa, offrono servizi di prova, spesso abbinati a contratti di ricerca, in svariati settori ingegneristici, in particolare in ambito meccanico, strutturale, chimico e energetico. Vi sono altresì numerose attività di prova svolte negli stessi campi, le quali sono gestite secondo un Sistema di Gestione Qualità centralizzato integrato 9001-17025 e garantito dal Servizio Qualità di Ateneo – SQuA. In alcuni casi i Laboratori presso cui si svolgono tali prove hanno in aggiunta ottenuto il riconoscimento ufficiale di parte terza tramite certificazione 9001 con l’ente Italcert.

Il dettaglio delle prove accreditate di ciacun laboratorio è riportato nell’elenco prove ufficiale di Accredia disponibile sul sito www.accredia.it o scaricabile da qui.

 

Laboratorio sicurezza dei trasporti - LaST

Presso il campus Bovisa est, in via Durando, è situato il nuovo Laboratorio per la Sicurezza dei Trasporti. La sezione sicurezza passiva fa capo al Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale, e rappresenta lo sviluppo del laboratorio di crash dipartimentale un tempo situato presso la sede di via Golgi. La nuova sede ha consentito di ampliare notevolmente le attrezzature e le tipologie di prove affrontabili, che sono brevemente descritte nelle voci di menu a fianco riportate.

Indirizzo:
Laboratorio per la Sicurezza dei Trasporti (LAST)
Edificio G, scala C, I piano
Campus Bovisa est, via Durando 10, Bovisa
20158 Milano - Italy
tel. 02.2399.7152
fax. 02.2399.7153

www.aero.polimi.it
Riferimenti:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Laboratorio RELAB

RELABReLAB, un innovativo laboratorio del Politecnico di Milano, risponde alle esigenze dei settori industriali della climatizzazione, riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria.

Offre una ampia gamma di servizi volti alla valutazione delle prestazioni e all’etichettatura dei prodotti in base agli standard e alle normative europee più recenti (Ecodesign, Ecolabel, direttiva ErP).

Il Laboratorio mette a disposizione delle industrie l’esperienza del Politecnico di Milano in campo scientifico, a sostegno della sperimentazione e ricerca di soluzioni innovative e ad alta efficienza.

Il Laboratorio

RELAB2ReLAB è dotato di:

• Calorimetro calibrato a doppia camera (fino a 20kW)

• Camera climatica (fino a 100kW)*

• Banco di prova per pompe di calore per acqua calda sanitaria

Il Laboratorio consente di valutare e certificare* le prestazioni nominali (COP e EER) e stagionali (SCOP e SEER) delle unità in prova alle condizioni operative prescritte dagli standard o dalle specifiche del committente.

I range di funzionamento

• Temperatura Aria (Camera)  -30 °C ÷ +60°C

• Umidità relativa   20% ÷95%

• Temperatura fluido termovettore  -20 °C ÷ +95°C

Le macchine testate

• Pompe di calore

• Refrigeratori di liquido

• Terminali idronici – Ventilconvettori

• Pompe di calore per acqua calda sanitaria

• Pompe di calore alimentate a gas

• Condizionatori d’aria

• Recuperatori di calore statici

I servizi offerti

• Test per la valutazione delle prestazioni nominali e stagionali secondo normativa

• Prove in condizioni di design e of design, verifica delle  condizioni limite di funzionamento

• Sostegno alla ricerca e sviluppo di prodotti e componenti

• Sviluppo e messa a punto di tool di simulazione

• Etichettatura e marcatura di prodotto

• Prove per la determinazione dei livelli di potenza e pressione sonora*

* Test con camera climatica (100 kW) e prove acustiche a partire dal 2015

Certifications

 

UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 – General requirements for the competence of testing and calibration laboratories

EN 14511:2013 – Air conditioners, liquid chilling packages and heat pumps with electrically driven compressors for space heating and cooling

EN 14825:2013–Air conditioners, liquid chilling packages and heat pumps, with electrically driven compressors, for space heating and cooling - Testing and rating at part load conditions and calculation of seasonal performance

PrEN 1397:2013 – Heat exchangers - Hydronic room fan coil units -Test procedures for establishing the performance

PrEN 12309: 2013 – Gas-fired absorption and adsorption air-conditioning and/or heat pump appliances with a net heat input not exceeding 70 kW

EN 16147:2011 – Heat pumps with electrically driven compressors - Testing and requirements for marking of domestic hot water units

EN 308:1998 – Heat exchangers - Test procedures for establishing performance of air to air and flue gases heat recovery devices

Staff

Ing. Alberto Mauro Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ing. Patrizia N. Melograno Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel +39 02 2399 3835

Fax: +39 02 2399 3868

www.relab.polimi.it

Dipartimento di Energia

via R. Lambruschini 4 – 20156, Milano

Laboratorio di Fluidodinamica delle Macchine - LFM

Prove di valvole di sicurezza (in accordo a ISO-4126: safety devices for the protection against excessive pressure)

safetyPresso il Laboratorio di Fluidodinamica delle Macchine è operativo da oltre 20 anni un Impianto di prova specificatamente dedicato alla verifica delle caratteristiche funzionali e delle capacità di efflusso di valvole di sicurezza operanti in aria e in acqua. Le prove sono normalmente svolte per attività di R&D o per la valutazione delle caratteristiche necessarie alla certificazione di prodotto.

L'impianto prove in aria opera secondo il Sistema di Qualità Politecnico. Le attività sperimentali su valvole di sicurezza in aria, eseguite in accordo a norme tecniche (ISO 4126-1) o procedure interne, sono state verificate con esito positivo per conformità alla UNI EN ISO 9001-2008 e in base alle linee guide desunte dalla norma ISO 17025, fin dal 1999. Il laboratorio è attrezzato in modo da poter eseguire prove in presenza di contropressione imposta o generata.
Le variabile fisiche generalmente rilevate durante le prove sono :

  1. pressione di sfioro
  2. pressione di richiusura
  3. contropressione
  4. portata reale/coefficiente di efflusso ( anche in presenza di contropressione imposta o generata)
  5. alzata otturatore.
Specifiche tecniche Impianto prova valvole di sicurezza in aria
  min. max
Dimensioni valvole in prova ¼” 6”
Dimensione orifizio (mm) 6 70
Pressione di prova : (barg) 0 40
Contropressione imposta/generata (barg) 0 10
Portata massica (kg/s) 0.05 8
Specifiche tecniche Impianto prova valvole di sicurezza in acqua
  min. max
Dimensioni valvole in prova ¼” 4” x 6”
Dimensione orifizio (mm) 6 70
Pressione di prova : (barg) 0 10
Contropressione imposta/generata (barg) 0 7,5
Portata massica (kg/s) 1 80

 

Per maggiori informazioni: www.lfm.polimi.it

Contatti:
» Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
» Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laboratorio MRT

Il laboratorio M.R.T. è un Laboratorio di Riferimento Europeo secondo la norma EN 442 (normativa di prova dei corpi scaldanti), ha attivato un Sistema Qualità conforme alle norme UNI CEI EN 45001 e UNI EN ISO 9001 applicabile ed è accreditato dal SIT.

 

Il Laboratorio é riconosciuto da AFNOR ed opera per il rilascio del marchio NF per i corpi scaldanti. Tale certificazione è riconosciuta sotto l'egida del RADMAC da BSI, DIN, AENOR. Collabora inoltre con ASSOTERMICA per il settore corpi scaldanti. MRT opera come capo progetto Europeo per la definizione delle procedure per la Taratura dei Laboratori che potranno effettuare le prove per la marcatura CE.

Staff

  • Maggioni Samuele
  • Marchesi Renzo
  • Rinaldi Fabio
  • Tarini Claudio
  • Trovati Mario

Ubicazione:
Dipartimento di Energia
Politecnico di Milano
Campus Bovisa
Via Lambruschini, 4
20156 Milano - ITALIA

Contatti:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. : +39 02 2399 3849
Fax : +39 02 2399 3863

Laboratori Dipartimento di Meccanica

 MG 8652

I laboratori sono l’anima della ricerca del Dipartimento di Meccanica. Il Dipartimento vanta alcuni tra i set up più sofisticati d’Europa, forniti di tutta la strumentazione necessaria e più all’avanguardia nelle rispettive aree di ricerca (http://www.mecc.polimi.it/imprese/laboratori/). Il Dipartimento di Meccanica aderisce dal 2005 al Sistema Qualità Politecnico per i processi riguardanti attività di formazione non istituzionale e alcune delle attività sperimentali di prova e taratura, come riportato nel campo di applicazione.

Pantograph wear test rig

I laboratori del Dipartimento sono inoltre certificati ISO 9001:2008 per i processi riguardanti attività di formazione non istituzionale e alcune delle attività sperimentali di prova e taratura (Certificato Italcert n°121gSGQ04). Il Laboratorio del Dipartimento di Meccanica è conforme alla norma ISO/IEC 17025 ed è accreditato da ACCREDIA (LAB N° 1275 D) come appare sul sito ufficiale di Accredia.

Per ulteriori informazioni:  http://www.mecc.polimi.it/imprese/sistema-qualita/

Laboratorio Prove Polimeri - LP3

Il Laboratorio Prove Polimeri (LP3) del Dipartimento di Chimica, Materali e Ing. Chimica è attrezzato per svolgere attività di prova nei seguenti ambiti:

  • caratterizzazioni meccaniche:trazione, flessione, compressione, lacerazione, urto Charpy, punzonatura, abrasione, durezza, taglio, urto-trazione, compression set, tenacità a frattura, coefficiente d’attrito, deformazione verticale e assorbimento percentuale, DMA e TMA.
  • analisi chimiche:determinazione della composizione - IR, invecchiamento accelerato, grado di reticolazione, contenuto in fibre di vetro, estrazioni, determinazione del PH, stabilità termica.
  • analisi fisiche:analisi calorimetrica a scansione differenziale, analisi termogravimetrica - TGA con analisi dei fumi via FT-IR, trasmissione vapor d'acqua, massa volumica, densità apparente, assorbimento d’acqua, determinazione della massa molecolare GPC, calore specifico , analisi della composizione, deformulazione, determinazione del nero di carbonio e delle cariche inorganiche.
  • prove reologiche:comportamento reologico, Viscosità rotazionale, Indice di fluidità.
  • prove ambientali:esposizione alla luce solare simulata (Xenotest), cicli termici in ambiente di prova e umidità controllata.
  • analisi frattografiche

Inoltre LP3 ha una convenzione con FIDAL per le prove di omologazione dei manti sportivi delle piste di atletica leggera.

Il Laboratorio è certificato UNI EN ISO 9001-2008 - Campo d’applicazione: attività di prova per la caratterizzazione di materiali polimerici.

Per contattare il Laboratorio:

Telefono: 02.2399.3285

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio Analisi Microstrutturali dei Materiali - SAMM

SAMM è il Servizio di Analisi Microstrutturali dei Materiali del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “G. Natta” del Politecnico di Milano attivo sin dal 1984 nell’allora Dipartimento di Chimica Fisica Applicata. Nel corso degli anni si è sviluppato come importante supporto tecnologico di ricerche nel campo della caratterizzazione dei materiali, in relazione alle tematiche di volta in volta sviluppate nel dipartimento e, in particolare nelle discipline: metallurgia, degrado e protezione delle strutture metalliche e in cemento armato, scienza e tecnologia delle superfici, materiali per l'elettronica, materiali per applicazioni biomediche, materiali nano strutturati, nocività, sicurezza, inquinamento e bonifica di ambienti interni ed esterni.

Attività

Il servizio offre anche all'esterno del dipartimento, consulenza e supporto tecnologico nel campo delle analisi microstrutturali e chimiche dei materiali in tempi rapidi e a costi competitivi con altri laboratori del settore.

L’attività comprende:

  • Caratterizzazione dei materiali, delle superfici e dei rivestimenti, identificazione dei contaminanti.
  • "Failure Analysis", ovvero l'insieme di quelle analisi atte all'identificazione del tipo di danneggiamento, all'individuazione degli inneschi, alla valutazione dello stato del materiale e della sua difettosità, per risalire alle possibili cause dei guasti e rotture di componenti in esercizio. Attività svolta in stretta collaborazione con altri laboratori del dipartimento.
  • Ricerca e identificazione di fibre asbestose.
  • Singole analisi, da eseguirsi con le apparecchiature a disposizione, su esplicita richiesta dell'utente.
  • Formazione professionale con lezioni teorico-pratiche sull’uso della strumentazione.
  • Preparazione campioni
  • Osservazioni macroscopiche e microscopiche mediante strumentazione ottica
  • Microscopia elettronica a scansione (SEM) e microanalisi con spettrometro a dispersione di energia (EDS)
  • Microscopia elettronica a trasmissione (TEM) anche in alta risoluzione (HRTEM High Resolution TEM) con spettroscopia EELS (Electron Energy Loss Spectroscopy).
  • Profilometria
  • Analisi chimica superficiale mediante GDOES (Glow Discharge Optical Emission Spectroscopy)
  • Diffrazione di Raggi X per polveri e film sottili
  • Prove di micro e macro durezza

Il laboratorio è accreditato ACCREDIA per la determinazione quantitativa della concentrazione di fibre di amianto in microscopia elettronica a scansione (Accredia - Ricerche delle prove accreditate Laboratori laboratorio 1275) .

Il laboratorio opera in qualità secondo il Sistema Qualità del Politecnico di Milano (SQP).

Laboratorio

L’attività del servizio, distinta in differenti settori, si svolge in più laboratori attrezzati con moderne apparecchiature.

Contatti

Dipartimento di Chimica Materiali e Ingegneria Chimica

Via Mancinelli, 7

20131 Milano

Tel: +39 02 23993100

Fax: +39 02 23993180

web: http://samm.chem.polimi.it

Laboratorio Prove Materiali - LPM

trazione funiIl Laboratorio Prove Materiali, Strutture e Costruzioni (LPMSC, già Laboratorio Prove Materiali - LPM) del Politecnico di Milano svolge attività sperimentali su materiali e strutture a scopo di ricerca, didattica e certificazione.
Il Laboratorio è dotato di attrezzature di prova e di strumenti di misura che assicurano la possibilità di effettuare prove meccaniche con forze fino a 5000 kN. Le attività sono inquadrate in 10 reparti che spaziano dalla sperimentazione e certificazione su strutture ed elementi strutturali, alla sperimentazione chimico-fisica, alla meccanica dei materiali da costruzione e ai materiali innovativi. Il LPMSC è inoltre riconosciuto come Laboratorio Ufficiale ai sensi delle legge 1086 ed è notificato (NB n. 1777) quale  Ente per la Certificazione di Prodotto e Ente per la Certificazione del Sistema di Controllo della Produzione secondo il Regolamento UE n. 305/2011 (già Direttiva 89/106/EEC) sui prodotti da costruzione.

Per maggiori informazioni www.lpm.polimi.it

Laboratorio Galleria del Vento

Galleria Vento1La Galleria del Vento del Politecnico di Milano è una struttura di Ateneo che si contraddistingue per una duplice vocazione: essere uno strumento per la Ricerca e, nello stesso tempo, strumento per applicazioni industriali di elevato contenuto scientifico e tecnologico. E’ un impianto aderente ai più moderni standard tecnologici per una efficiente gestione di stile industriale che si avvale di un know-how scientifico di larghissimo spettro. L’impianto, unico nel suo genere nel panorama mondiale per versatilità, garantisce un vasto ventaglio di utilizzo nel campo dell’Ingegneria del Vento (interazione vento- struttura), e delle applicazioni aeronautiche. Allo scopo di soddisfare le diverse esigenze la Galleria del Vento del Politecnico di Milano si avvale di due camere di prova da utilizzarsi in alternativa: una camera di prova a bassa turbolenza (sezione 4 metri x 4 metri e velocità massima di 55 metri al secondo) e una camera di prova a grande sezione (14 metri x 4 metri con velocità massima di 14 metri al secondo) con possibilità di riprodurre lo strato limite atmosferico per prove in ambito ingegneristico civile.